UN CUORE PER UN CUORE di Ornella Calcagnile - Recensione

giovedì 5 novembre 2015

Questa sera vi parlo di un bellissimo racconto fantasy steampank. Di solito quando si pensa a un racconto si parte un po' prevenuti, si teme di ritrovarsi davanti una trama troppo veloce in cui si possa riscontrare la mancanza di alcuni elementi lasciando un senso di incompiuto. Quando però mi imbatto in un racconto di Ornella Calcagnile ho ormai la certezza che mi troverò davanti una storia per nulla scontata e soprattutto particolare. Affermo con assoluta certezza che anche questo è il caso, e sono ancor più entusiasta nel sapere che si tratta di una serie di racconti, ora non mi resta che attendere il prossimo!

«Steamwood non è un regno da favola. È immerso nel vapore e le sue esalazioni nascondono le stelle, lasciando intravedere nel cielo soltanto una cupa vastità illuminata da due lune gemelle. In un’ambientazione a tratti vittoriana e a tratti steampunk, si muovono i protagonisti delle novelle della serie, incontrandosi – e scontrandosi – sullo sfondo di un universo in bilico tra l’incanto e una minacciosa profezia circa l’arrivo della Stagione dell’Insomnia. Il Narratante, una figura misteriosa senza volto né voce, farà da collante alle varie storie, manifestandosi in modi sorprendenti. Ogni racconto è la rivisitazione di una fiaba classica, ben conosciuta dai lettori, ma che si rivelerà ai loro occhi con nuove sfumature.»

UN CUORE PER UN CUORE - Ornella Calcagnile


Titolo: Un cuore per un cuore 
Autore: Ornella Calcagnile  
Serie: Once Upon A Steam
Editore: Dunwich Edizioni 
Genere: Fantasy Steampunk
Pagine: 63 
Sinossi
A Steamwood, nel piccolo regno di Enchanted Forest, Biancaneve e il suo principe hanno conseguito il tanto meritato lieto fine dando persino alla luce una bambina, riflesso della madre: Biancabrina. 
Una felicità raggiunta a discapito però della “povera” Grimilde che, sopravvissuta, si è nascosta nella cittadina di Steamgrow e ha ordito una tremenda vendetta a danno della figliastra, lanciando nel momento più opportuno una maledizione sul regno, un sortilegio a cui, per sua sfortuna, Biancabrina è riuscita a sottrarsi. 
Tra elementi della fiaba classica e quelli innovativi dello steampunk, una nuova improbabile principessa tenterà di riconquistare il regno che le spetta di diritto e apporre la parola fine sulla sua “nonnastra”. Nell’impresa non sarà sola, ma accompagnata dal fidato amico Dopey e i suoi mecha-nani. 
Biancabrina riuscirà a guadagnarsi il lieto fine e portare a compimento la sua vendetta o sarà ostacolata dalle creature di Steamwood e dal Narratante, sommo signore di quelle terre? 
Tra ferro e vapore, magie e pozioni, ottone e marchingegni, tutto ha inizio con… Once Upon a Steam. 

Dimenticate le fiabe come le conoscete, i luoghi incantati e gli eroi senza macchia a cui siamo abituati. State per entrare a Steamwood, un regno in cui tutto è metallico e avvolto dal vapore, in cui chi incontrerete potrebbe avere un cuore pulsante o...lo scoprirete in questo racconto particolarmente accattivante e originale di Ornella Calcagnile.

Con questo primo volume l'autrice ha dato vita a una serie di racconti che rivisitano le fiabe classiche in una chiave totalmente diversa, e si parte proprio dalla favola che probabilmente noi tutti più conosciamo, Biancaneve.

In "Un cuore per un cuore" incontriamo Biancaneve e il suo Principe felicemente sposati, regnanti, ma soprattutto conosciamo la figlia: Biancabrina.


«La Principessa sentiva di non dover dimostrare nulla a nessuno nè di dover piacere a qualche nobiluomo. Non aspettava il principe azzurro sul cavallo bianco, ma faceva di tutto per essere indipendente e libera. Anche nei modi la giovane dava qualche grattacapo, non mostrava eleganza, raffinatezza, ma era dispettosa, scorbutica, egoista e troppo viziata dal padre.»


Biancabrina, i lineamenti delicati e la bellezza delicata sono le uniche due cose che ha ereditato dalla più famosa madre. Capelli corti, corpetti e gonne corte, stivali al ginocchio sono la sua tenuta e rappresentano bene il suo essere ribelle, anticonformista e fuori dalle regole. Il suo temperamento inquieto, forte e determinato la rendono una principessa anomala, che non ama frivolezze e gentilezze apparenti, insomma è un tipetto tosto che non le manda certo a dire.
Un personaggio sempre in bilico tra bianco e nero, buono e cattivo, a volte hanno il sopravvento i suoi momenti egoistici, il suo disinteresse verso il prossimo e la sua aria di superiorità, altre volte trapela il suo lato più generoso e l'affetto per il suo futuro regno e i genitori. 
Con un carattere così è ovvio che di amici ne abbia pochi, anzi ne ha solo uno che tratta con affetto e le è sempre accanto con il suo "silenzioso" appoggio, Dopey (vi dice niente "Cucciolo"?)

Quando la malvagia "nonnastra" Grimilde torna a reclamare la sua vendetta, l'unica che può affrontarla e tentare di sconfiggerla è proprio Biancabrina. 
Ma sarà in grado questa giovane principessa ribelle di non soccombere alle tentazioni del lato oscuro e riportare la luce nel regno di Enchanted Forest

L'autrice non si limita a una rivisitazione della fiaba di Biancaneve, ma ne crea un ideale proseguimento utilizzando personaggi ed elementi già conosciuti per creare qualcosa di diverso e unico.


«Cortecce e foglie potevano tagliare, graffiare, risultare fatali ma anche essere una risorsa per la produzione di macchine e utensili. Il ferro di quelle selve era molto pregiato [...]»

Descrizioni dettagliate e ben create permettono al lettore di entrare pienamente nell'atmosfera steampank che fa da sfondo e allo stesso tempo è protagonista essenziale della storia. Qui non ci troviamo davanti a un regno incantato, fatto di nuvole e zucchero filato; Steamwood è un luogo in cui qualsiasi cosa funziona attraverso il vapore, in cui alberi e persone possono conoscere una nuova "meccanica" vita.

Tutti i personaggi riescono ad essere ben delineati nei loro caratteri : la principessa ribelle, i genitori che vivono nel loro mondo dorato, la strega cattiva, l'amico che conforta e sa consigliare. Per ognuno c'è un ruolo e un significato e, su tutti, un personaggio misterioso che sembra tenere i fili del destino dei protagonisti per uno scopo ancora oscuro.

Ho amato la protagonista e sperato durante questa storia dove malvagità e bontà si intrecciano a formare contorni sfumati, fino a una conclusione fuori da ogni previsione che mi ha lasciato l'incontenibile voglia di conoscere il seguito.

Avvincente, unico, inaspettato.

La mia valutazione:



4 commenti:

  1. Ciao! Mi incuriosisce molto questo libro, ci farò un pensierino =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! È davvero particolare e mi ha entusiasmato. Se lo leggi fammi sapere :-)

      Elimina
  2. Mi attira tantissimo questo libro! Adoro lo steampank. Lo leggerò sicuramente.

    RispondiElimina