(ES)SENZA DI TE di Corinne Savarese - Recensione Domino Letterario

lunedì 25 maggio 2015

Buongiorno! Oggi si inaugura un nuovo appuntamento per il blog. Grazie a Clarissa, del blog QUESTINE DI LIBRI che ha portato un'idea creata da alcune booktubers nel mondo blog, é nata la rubrica "Domino Letterario" .
Di cosa si tratta? Ogni mese a turno uno dei blog che partecipano sceglierà un libro da leggere al quale, stilato un calendario, i blog seguenti si dovranno collegare leggendo un altro libro che abbia in comune qualcosa con quello scelto dalla  blogger precedente. 
Gli elementi in comune possono essere diversi, come il tema, il colore della copertina, somiglianze nei titoli e così via.
In tal modo si verrà a creare una specie di catena di libri, diversi ma collegati tra loro.
Alla fine del mese verranno pubblicate le recensioni seguendo appunto il calendario stilato in precedenza.
BLOG CHE PARTECIPANO AL DOMINO LETTERARIO


Salotto dei libri Simona 
Parliamo di libri - Sara 
Lettere d'Inchiostro -  Caterina 
Oltre Yume - Gemma 
Questione di Libri Clarissa 

Mi sembra una rubrica carina e ho accettato volentieri di partecipare, tra l'altro per questo mese ho il compito di inaugurare la rubrica e di scegliere il primo libro da leggere.
Ho scelto "(Es)senza di te" di Corinne Savarese perché mi era stato consigliato da un'amica blogger (Kia del blog Parole al Vento) ed era un po' che volevo leggerlo, quindi ne ho approfittato volentieri!

Prima di lasciarvi alla recensione vi ricordo che potrete seguire il domino con la prossima recensione di Elisa sul blog Devilishly Stylish. Io sono molto curiosa di scoprire quale libro avrà scelto per collegarsi a questo, e voi?

(Es)senza di te

Titolo: (Es)senza di te
Autore: Corinne Savarese
Autoconclusivo
Editore: Rizzoli Youfeel
Genere: Romance ironico
Pagine: 95
Amazon
Sinossi
Come nella più classica delle favole vissero per sempre profumati e contenti!

Può un profumo scatenare reazioni erotiche incontrollate, rapire il cuore di un uomo e incatenarlo per sempre? La dottoressa Juliette Rocher, delusa dall'amore e in cerca di riscatto, si trasferisce da New York a Grasse dove una prestigiosa casa produttrice di profumi la mette a capo del progetto L'essenza dei sogni, il cui compito è proprio quello di verificare la possibilità che alcune essenze influenzino le relazioni amorose. Ben presto Juliette si accorge che, oltre alle sue abilità di ricercatrice scientifica, il nuovo incarico richiede anche una fase di test sul campo: è l’inizio di una serie di situazioni imbarazzanti e paradossali, assurde e sconvenienti. Che non aiutano a gestire la neonata relazione con Miguel, l’affascinante ragazzo spagnolo che Juliette non vuole proprio lasciarsi sfuggire. Che fare? Cercare di guidare il destino con la chimica o lasciarsi travolgere dall’amore, quello vero, quello scritto nel destino? Un romanzo divertentissimo, un bouquet irresistibile che miscela con sapienza l’ironia più graffiante all’essenza dell’amore più puro. 
La mia opinione

Quattro gocce di vaniglia, due di bergamotto e una di pepe rosa creerebbero l'essenza perfetta a descrivere questo romanzo che sa essere allo stesso tempo dolce, ironico e con un tocco piccantino che non guasta. La storia di una donna che cerca sé stessa lontano dal passato e fuori dalla campana di vetro sotto la quale è sempre vissuta, per poi trovarsi a "inciampare" in una serie di incontri paradossali ed esilaranti, con una coinquilina un tantino "affamata" di uomini, un lavoro a dir poco "particolare" e sullo sfondo una Grasse ricca di colori e profumi. E in tutto questo dovrà fare i conti con l' "Incontro", quello che ti fa battere il cuore, ti fa emozionare e tremare le gambe, con un uomo talmente perfetto da sembrare irreale.

"La carnagione chiara punteggiata di lentiggini sul naso e sugli zigomi e gli occhi azzurro acqua sono sempre di eredità materna. I capelli corvini e lisci, invece, sono un dono di mio padre"

Juliette Rocher è una protagonista che non lascia indifferente il lettore: fa divertire con la sua vena ironica; ti intenerisce per la sua insicurezza nelle relazioni d'amore; ti rende orgogliosa per il suo coraggio nel cogliere al volo le occasioni in cerca di una vita diversa; e poi a volte ti fa arrabbiare proprio per gli stessi motivi... Dopo una vita vissuta a New York sotto le ali protettive dei genitori e la fine dolorosa di un amore in cui aveva creduto, ha la necessità di una boccata d'aria fresca, e l'occasione le si presenta sotto forma di un nuovo lavoro che la porterà in Francia, nell'incantevole Grasse dove pensa finalmente di realizzarsi nella carriera. Qui però le cose non andranno come previsto: il lavoro dei suoi sogni si trasforma in una sorta di "adescamento" alla ricerca dell'essenza perfetta che riesce a far cadere tutti gli uomini ai piedi di una donna. Sarà in grado l'inesperta Juliette di calarsi nella parte della donna fatale? E se durante la sua ricerca si imbattesse in un uomo che non ha bisogno di alcun profumo per sentire i battiti del cuore accelerati e perdere la testa e il cuore per lei? 

“…sulla trentina… capelli neri come la notte più buia, riccioli ribelli che gli incorniciano il viso fin dietro il collo, carnagione olivastra, occhi grandi a mandorla color nocciola, zigomi decisi, sopracciglia ampie e ben disegnate, labbra scolpite e piene.”

E infatti eccolo l'uomo che è pronto a stravolgere le convinzioni e la vita di Juliette. E che uomo!!! Bello, caliente, dolce, fedele e convinto che l'amore sia più importante di ogni cosa. Miguel "Vattelapesca" (così lo chiama visto i suoi innumerevoli cognomi) , spagnolo di nascita trasferito in Francia per lavoro e non solo, con il suo fascino e il suo lasciarsi andare al sentimento conquisterà Juliette sin da subito (e anche le lettrici^^) . Sarà quello che si dice l' incontro con l'anima gemella.  
" - Tu mi volevi. Ammettilo! - Non lo ammetterò mai, nemmeno morta. Figurarsi se gli dico che sognavo di banchettare sui suoi addominali nudi, duri, lisci, e lucidi..."

L'amore tra i due protagonisti è praticamente immediato, anche se prima di stare assieme passa del tempo, poi tutto scoppia improvviso. Ma quella che potrebbe sembrare una semplice passione in realtà è molto di più, è amore vero. E allora Juliette si troverà a combattere i suoi tormenti e le sue insicurezze, a capire che l'amore non si può ottenere attraverso un preparato chimico ma è fatto di complicità e fiducia nell'altro. 

"Io tengo a te, Juliette. Per me non sei solo l'avventura di una notte.Mi ha colpito come un fulmine a ciel sereno dal primo istante in cui i miei occhi si sono posati su di te. Il mio cuore desidera solo vivere accanto al tuo."

Dovrà decidere se correre il rischio di perdere tutto ciò per cui ha lavorato e lasciarsi andare all'uomo che ha catturato il suo cuore, o se preferire l'indipendenza e la carriera. Sembra una decisione facile da prendere, ma il passato potrebbe essere più forte dei sentimenti,e anche Miguel è stato ferito proprio da qualcuno che avrebbe dovuto sceglierlo al di sopra di tutto. 

Corinne Savarese  riesce a raccontare una storia originale e forse un po' surreale con ironia ma senza dimenticare l'interiorità dei personaggi. Non si limita ai due protagonisti ma li contorna di personaggi ben caratterizzati che di situazione in situazione strappano un sorriso o ti fanno arrabbiare: Emile la coinquilina e collega di lavoro di Juliette, che con la sua freschezza spumeggiante e la sua socievolezza saprà tirare fuori la donna che è in lei e diventare un'amica fidata; Lucille, la collega invidiosa che proverà di tutto per metterle i bastoni tra le  ruote mettendola in situazioni difficili; Moses l'altrettanto affascinante fratello di Miguel simpatico fin da subito; e poi anche gli uomini che fanno solo da comparsa durante la ricerca dell'essenza perfetta strapperanno non pochi sorrisi per le loro caratteristiche comiche ma tremendamente realistiche.

Uno stile frizzante e diretto privo di errorila narrazione in prima persona dal punto di vista della protagonista, descrizioni visive che sanno creare un'atmosfera suggestiva ma non risultano invadenti nella storia, un amore romantico e passionale sono gli ingredienti che rendono questa lettura spassosa e dolce allo stesso tempo.
Peccato solo per la brevità che forse rende tutto un po' troppo veloce, dovuto probabilmente al fatto di appartenere alla collana YouFeel che di per sé richiede proprio racconti brevi. L'autrice è comunque riuscita a gestire la trama in modo che non mancasse nulla e la storia avesse un suo inizio e una sua fine.

Un libro che mi ha fatto sorridere e sognare, sperare e riflettere su come le esperienze e le paure possano minare il futuro e la conquista della felicità.

La mia valutazione:    CUORECUORECUORECUORE


10 commenti:

  1. La storia sembra adata a farci sognare :) Peccato per la brevità, perché a me piacciono i libri luuuuuuunghi… ma proverò comunque a leggerlo, sarò tristissima perché finirà troppo presto ma lo farò!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendilo come una pausa tra un librone e l'altro ;)
      Baci

      Elimina
  2. Ciao Deb!
    Il libro mi piace, sembra davvero dolcissimo!

    PS: Sono contentissima che la nostra nuova rubrica sia partita! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di partecipare.É stata un'idea davvero carina :)

      Elimina
  3. Mi è piaciuto questo della youfeel! Uno dei migliori letti :)

    RispondiElimina
  4. che bella questa idea della rubrica!!! e anche il fatto che i libri si collegano tra loro, sono curiosa di vedere cosa sceglieranno gli altri ;) bella anche la recensione :)

    RispondiElimina
  5. Ti ringrazio di cuore per questa recensione. Questo è uno dei miei romanzi a cui tengo particolarmente proprio per le ambientazioni e le sensazioni che mi suscitava mentre lo immaginavo nella mia testa. Sono felice che venga apprezzato e susciti emozioni in chi lo legge.
    Ringrazio anche Kia per il suggerimento.
    Complimenti all'ideatrice di questa rubrica: davvero un'idea divertente e simpatica.
    Grazie infinite per i complimenti, ancora e spero di allietarvi altre ore con gli altri miei romanzi.
    Un caro saluto a voi e a tutte le vostre lettrici.

    Corinne

    RispondiElimina
  6. Ho letto anche io questo libro, e l'ho trovato spassosissimo! ( aiuto, quante S XD)
    Mi piace lo stile di Corinne, leggero e frizzante, e poi che dire della copertina? Meravigliosa!
    Molto bella anche la tua recensione Deb, un bacione :)

    RispondiElimina
  7. "Vattelapesca" vince su tutto. Devo leggere questo libro!

    RispondiElimina