SOTTO LO STESSO TETTO di Christina Lauren: Blogtour, la musica e gli artisti di strada

lunedì 14 maggio 2018


Buon inizio settimana! Oggi si inizia alla grande con il blogtour per festeggiare il ritorno in libreria delle autrici Christina Lauren con un nuovo romance intitolato Sotto lo stesso tetto, pubblicato da Leggereditore di cui trovate già disponibile l’ebook e dal 16 maggio anche in cartaceo.

Si parla di amore e di musica, quella fatta per strada, in cui la passione è ancora ciò che porta gli artisti a esibirsi per un pubblico spesso distratto, passanti che godono di quelle note senza prestare troppa attenzione a chi sta donando loro quella melodia.

Ho l’onore di aprire io le danze e lo faccio parlandovi proprio della musica e gli artisti di strada, prima però diamo uno sguardo al romanzo.

SOTTO LO STESSO TETTO
Christina Lauren

Sotto lo stesso tetto
Editore: Leggereditore
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 256
Prezzo: €. 4,99 ebook | €. 14,90 cartaceo
Link acquisto: Ibs

Per mesi Holland Bakker ha inventato scuse per scendere nella stazione metro vicino casa, attirata dalla musica di un affascinante artista di strada. Le manca però il coraggio di parlare con quel ragazzo, finché una notte, aggredita da uno squilibrato, viene soccorsa dal misterioso musicista: è irlandese e si chiama Calvin McLoughlin.
Per ringraziarlo, Holland gli procura un'audizione con un famoso direttore musicale di Broadway. La performance di Calvin è un successo ma lui fa perdere le proprie tracce per una ragione che diventa presto chiara: è nel Paese illegalmente, il suo visto è scaduto da anni. Holland gli propone quindi di mettere in scena una relazione inesistente per aggirare le rigide leggi sull'immigrazione. Convivere sotto lo stesso tetto, però, non si rivela facile come credevano: le cose sfuggono di mano a entrambi, e Holland e Calvin devono prendere atto di aver smesso di fingere già da un po'...



LA MUSICA E GLI ARTISTI DI STRADA
Calvine McLoughlin, il protagonista del romanzo è un musicista irlandese che si esibisce in strada, più precisamente alla metro. Fa parte del mondo degli artisti di strada, o buskers che esibisce la sua arte in luoghi pubblici chiedendo in cambio un'offerta.

Sono tante le tipologie di artisti che si possono incontrare: giocolieri, mimi, ma soprattutto musicisti e cantanti. Succede spesso durante le nostre passeggiate in centro di lasciarci incantare da alcuni di questi artisti, e ciò accade sin dai tempi antichi e ha sempre affascinato sia gli spettatori che gli stessi artisti, anche coloro che si sono affermati.

La musica per le strade è un regalo, qualcosa di sé stessi che questi cantanti e musicisti offrono ai passanti.

I musicisti di strada esistono in tutto il mondo, dall'Italia agli Stati Uniti, dal Regno Unito all'Est Europa. Ogni luogo ne regola la presenza in modo diverso, ad esempio in Europa e Stati Uniti possono esibirsi liberamente; in Gran Bretagna a volte devono prendere una liscenza; in Italia ogni comune decide indipendentemente.

Regolamentati o meno quello che con il tempo è andato via via crescendo è l'interesse verso l'arte di strada, grazie anche ad alcuni Festival famosi e agli artisti che sono veri e propri professionisti. Un'arte, quella di strada che ha dato un'occasione per farsi conoscere ad alcuni grandi musicisti che oggi conosciamo, ad esempio Rod Stewart, Sting ed Ed Sheeran.

Sono molti anche gli episodi contrari, in cui i grandi cantanti e musicisti si sono improvvisati artisti di strada. Gli U2 non sono nuovi a questo tipo di "sorpresa", nel 2018 si sono travestiti da artisti di strada e hanno improvvisando una performance alla stazione Grand Central di New York, come l'avranno presa i passanti?


Steeve Tyler degli Aerosmith durane un viaggio a Mosca ha affiancato un musicista di strada che stava cantando uno dei suoi brani di maggior successo (fortunato!)


Anche in Itali alcuni artisti hanno fatto quest'esperienza, primo fra tutti l'indimenticabile Lucio Dalla che partecitò al Ferrara Busckers Festival del 1989, o Biagio Antonacci che nel 1993 si esibì in incognito alla stazione di Milano rischiando di essere cacciato dai Carabinieri.

Tra gli artisti internazionali anche Sting, nascosto dietro a un cappello fece la sua performance in strada, riconosciuto solo da una spettatrice che non venne creduta dagli altri. Bon Jovi si esibì come busker al Covent Garden di Londra, Bruce Springsteen si esibì per le strada di Copenaghen nel 1998 e poi a Boston nel 2011.


Nel 2017 i Maroon 5 si sono esibiti a una fermata della metropolitana di New York con Jimmy Fallon.


Chi per gioco, chi per passione, la musica in strada ha un fascino conquista, proprio come  è successo a Holland ascoltando quella di Calvin.

CALENDARIO BLOGTOUR
Qui termina la mia tappa, spero di avervi incuriosita e vi invito a seguirci nel tour alla scoperta del romanzo. Qui trovate il calendario completo.





Alla prossima,






Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un commento, risponderò con piacere. Spunta la casella Inviami notifiche per essere avvisato via email dei nuovi commenti inseriti.

Info sulla Privacy