Recensione VENDETTA SOTTOBANCO di Lucrezia Monti

martedì 9 gennaio 2018

Buonasera, oggi arriva una recensione. Patty vi augura buon anno con una delle sue ultime letture, Vendetta sottobanco di Lucrezia Monti.

Già autrice di "Come lampo", "Un amore sotto l'albero di Natale" e dell'ironico "Per favore, non baciarmi!", Lucrezia Monti torna a celebrare l'amore con questo nuovo romanzo dolce, romantico e divertente in cui i due protagonisti con i loro trascorsi burrascosi conquistano il lettore grazie alla loro simpatia.


VENDETTA SOTTOBANCO
 Lucrezia Monti

Vendetta sottobanco coverEditore: Streetlib
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 122
Prezzo: €. 2,99 ebook | €. 6,98 cartaceo
Link acquisto: Amazon cartaceo


L'ha odiato quando era soltanto una ragazzina, costretta a subire tra i banchi di scuola gli scherzi di quella specie di pirata ribelle; ora Angelica si trova a lavorare alle dipendenze di Rolando e, certa che lui non si ricordi di lei, pianifica una perfetta vendetta.
Ma gli eventi prenderanno una piega del tutto inaspettata...

L'OPINIONE DI PATTY
Ci ci imbattiamo subito nella protagonista, Angelica, persa nei ricordi delle medie, quand’era la classica secchiona, solitaria e fredda, mira di scherzi e battute.
Mi siedo e subito qualcosa di umido, appiccicaticcio e schifoso mi colpisce sul collo. Non ho nemmeno bisogno di voltarmi per sapere chi sia stato a sputarmi addosso quella pallina di carta intrisa di saliva: Rolando, centro aula, terzo banco, il mio incubo. Bello come il sole, stronzo come nessuno mai.

Angelica era una ragazzina piena di sogni, soprattutto quello di diventare una giornalista affermata e mal sopportava chi le rubava tempo o la distraeva dal suo obiettivo scolastico, soprattutto Rolando.
I ricordi sono spazzati via improvvisamente, riportandola alla realtà, disillusa dalla vita e con i sogni infranti, davanti a una porta chiusa che rappresenta tutto o niente, un lavoro di cui ha bisogno, una rivelazione da lasciarla senza fiato.
Quando vedo quel nome inciso sulla targhetta della direzione ho la tentazione di alzarmi dalla poltroncina, girare sui tacchi e andarmene. Impossibile che sia un caso di omonimia: quanti Rolando con quello stesso cognome potrebbero mai esistere in Italia?

Ed ecco che si ritrova davanti a quel compagno che la odiava, cosa fare? Angelica ha bisogno del lavoro, ha capito chi sta per incontrare, ma lui potrebbe non riconoscerla, quindi meglio tentare il tutto per tutto. Così Rolando la assume e la mette subito sotto torchio per testare che sia la persona adatta a ricoprire il ruolo di segretaria personale. Un lavoro difficile che li farà scontrare molto, due caratteri forti e soprattutto un’attrazione che rende tutto più complicato.

Lei: segretaria, disposta a tutto per ottenere il lavoro, orari straordinari al limite della decenza, svolgere compiti dalla dubbia competenza e soprattutto mentire, nascondendo la propria identità. Quando entra in gioco l’attrazione, diventa confusa, cosa deve fare?

Lui: capo, pieno di sé e dalle mille pretese, donnaiolo con una morale personale, mai interessarsi a una dipendente. Eppure qualcosa cambia, la desidera, la vuole, ma c’è altro che lo tormenta, cosa?

Una storia scritta bene, lettura scorrevole e piacevole, due personaggi interessanti e sviluppati nel dettaglio. Il punto di vista alternato aiuta a capire i pensieri di entrambi, certo quello di Angelica predomina su Rolando, ma l’autrice ha dato il giusto spazio anche a lui, rivelando un uomo pieno di principi e preoccupato per la sua azienda e i suoi dipendenti. Sono circa 100 pagine per una lettura rilassante di qualche ora e l’epilogo arriva troppo in fretta, perché Rolando e Angelica sono due simpatici rompiscatole.

Buona lettura,
Patty



2 commenti:

  1. Grazie Patty per la recensione, sono contenta che questo mio secondo romanzo ti sia piaciuto e che i due "simpatici rompiscatole" protagonisti del racconto ti abbiano fatto trascorrere piacevolmente un po' di tempo in loro compagnia. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucrezia grazie a te per avermi dato la possibilità di leggere la storia di Rolando e Angelica.

      Elimina