Recensione NON BASTA DIRMI TI AMO di Daniela Volonté

venerdì 10 novembre 2017

Oggi si conclude il #ReviewTour per l'uscita del nuovo romance Non basta dirmi ti amo, di Daniela Volonté, edito Newton Compton.

Di questa autrice avevo già avuto il piacere di leggere Buonanotte amore mio, un romanzo che mi è rimasto nel cuore e anche questa volta l'autrice centra il bersaglio, con una nuova storia appassionata e dolce, oltre a due protagonisti che non si può fare altro che amare. 

Sei la goccia d'acqua caduta su un cuore ormai arido.


NON BASTA DIRMI TI AMO
Daniela Volonté


Non basta dirmi ti amo

Editore: Newton Compton
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 320
Prezzo: € 2,99 digitale | € 10,00 cartaceo
Link acquisto: Newton Compton Editori


Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha organizzato un weekend in Toscana con le due persone a cui deve la vita. In pochi giorni tutto cambia e Beatrice dovrà prendere decisioni difficili pur di seguire il suo cuore. Sarà pronta a lasciarsi andare?

LA MIA OPINIONE

Quella che incontrerete leggendo questo romanzo è una delicata e profonda storia d’amore piena di sentimento e passione; conoscerete Beatrice e Callan, due personaggi emotivamente provati per ragioni diverse, due destini la cui strada si interseca per quell’attimo unico capace di cambiare la vita.
E pensare che tutto è iniziato in un aeroporto newyorkese, quando un uomo dalle iridi verdi mi ha cambiato l'esistenza con un solo sguardo e un bacio sulla guancia.

L’incontro tra Callan e Beatrice avviene in un aeroporto di New York, quando si ritrovano ad aiutare un uomo che ha avuto un infarto. Sin da subito tra loro si instaura una speciale attrazione, ma è qualcosa che va oltre il corpo, è un’attrazione di anime e di cuori. Poi ognuno prende il suo volo, che per Callan significa tornare alla sua vita solitaria e scontrosa di Londra, mentre per Beatrice fare rientro in Italia, a Milano dal fidanzato Matthias che l’attende con una proposta di matrimonio a sorpresa. Due vite e due caratteri completamente diversi che sembrano non doversi più incontrare, ma rimanere impressi nei ricordi l’uno dell’altra, sino a quando lo stesso uomo che hanno salvato li invita in Toscana per trascorrere un week-end.
«Non mi sentivo così da tantissimo tempo»
«Così come?»
«Vivo»

Callan ha ferite nel corpo e nel cuore che sembrano ormai giunte a un punto di non ritorno; la rabbia e il dolore, fisico e morale, gli riempiono il cuore, tanto che vive isolato il più possibile. Il fine settimana in Toscana non è certamente tra i suoi progetti, poi anche questa volta il destino sembra voler dare un’occasione a quest’uomo dal fascino particolare e con una bellezza interiore capace di illuminarlo nonostante lui non se ne accorga.

Beatrice è una brava ragazza, si impegna nel lavoro e viene da una famiglia che l’ha cresciuta con affetto. Ora sta per sposare l’uomo che ama, quel ragazzo a cui inaspettatamente è entrata nel cuore. Inaspettatamente, è questo l’aggettivo che ha accompagnato sino a quel momento la vita di Beatrice, che si è vista trasportare dagli eventi che le sono capitati, eventi per i quali non può che essere grata, ma che sono anche faticosi da gestire con l’ingerenza esterna che sembra non permetterle di esprimersi. Il weekend in Toscana potrebbe essere la giusta pausa per rigenerarsi in vista del futuro che l’aspetta, ma è proprio qui che gli eventi precipiteranno  e le si apriranno gli occhi su una situazione che le spezzerà il cuore.

In quei due giorni Callan e Beatrice si avvicinano, comprendono il legame che si è creato tra loro, quella sintonia che inspiegabilmente li porta a esserci l’una per l’altro per consolare e curare le ferite. Callan è una terra arida che nessuno è mai riuscito a far germogliare, Beatrice è una goccia che porta vita e luce a sufficienza perché questo germoglio possa trovare la forza di nascere.

A volte non basta dirsi ti amo perché le cose funzionino, le ferite passate, le circostanze, le interferenze possono creare divari e fraintendimenti capaci di portare verso decisioni sbagliate. Beatrice sarà capace di attendere che il cuore di Callan riprenda a vivere? E Callan riconoscerà la profondità di ciò che lo lega a Beatrice lasciando da parte i suoi dubbi?

Daniela Volonté ha uno stile capace di arrivare con molta semplicità al cuore di chi legge. Le sue storie sono sempre piene di sentimenti intensi, ma quello che riesce a conquistarmi veramente sono i protagonisti con le loro vite e le loro complessità, gli argomenti che tratta e il modo in cui racconta la bellezza, quella vera che va oltre l’aspetto e arriva dal profondo. Anche in questo romanzo la Volonté ha racchiuso tutto questo, affrontando temi difficili ma con una dolcezza capace di far sognare e cullare teneramente il lettore.

Quello che maggiormente mi piace trovare nei libri che leggo sono le emozioni e gli insegnamenti, in Non basta dirmi ti amo ho trovato tutto questo. Attimi commoventi, altri più romantici, la passione, il dolore; una storia che insegna quanto importante sia il sapersi accettare per ciò che si è, con i propri errori e le particolarità; un racconto che dona speranza, perché tutto può cambiare anche quando sembra impossibile, le proprio ferite meritano di essere curate, l’amore da solo non basta, ma è spesso la spinta necessaria per rimettere ordine nel proprio cuore, a prescindere da come potrà andare.

Un romanzo che infonde speranza e colma d’amore, il racconto di due rinascite capaci di unirsi e creare vita.

CALENDARIO REVIEW TOUR
Per non perdere nemmeno una recensione ecco qui tutti i blog partecipanti

Tappe Review











Daniela Volonté, è nata a Como, ha una laurea in Economia e Commercio e una in Scienze della Comunicazione, e tra l’una e l’altra ha lavorato come impiegata. Scrive per passione, ma lo fa a tempo pieno, perché vi dedica ogni minuto libero della giornata. Con la Newton Compton ha pubblicato Buonanotte amore mio, diventato subito un bestseller ai primi posti delle classifiche, L’amore è uno sbaglio straordinario, Non chiamarmi di lunedì, La meraviglia di essere simili, Non basta dirmi ti amo e, in ebook, Sei l’aria che respiro e La dolcezza può far male.

Nessun commento:

Posta un commento