Recensione VERSO LA BASE di Kate Stewart

martedì 10 ottobre 2017

Verso la base recensione
Oggi vi parlo di un romance che è riuscito a farmi divertire e sognare, davvero una lettura fresca e stuzzicante che mi ha tenuto compagnia e mi ha lasciato con un bel sorriso sulle labbra e gli occhi a cuoricino. Si tratta di Verso la base, scritto da Kate Stewart e da pochissimo pubblicato da Triskell Edizioni per la collana Romance.

Verso la base è  il primo volume della mini serie Balls in play dove i protagonisti maschili sono giocatori di baseball, sexy e attraenti ovviamente.

Il Romanzo
Verso la base

VERSO LA BASE
Kate Stewart

Serie: Balls in play #1 | Editore: Triskell  | Genere: Romance Contemporaneo | Pagine: 245
Prezzo: € 4,99 digitale | Link acquisto: Triskell Edizioni
Data pubblicazione: 25 settembre 2017

Trama

Alice Boyd si è trasferita a Charleston per diventare un’istruttrice di volo, pensando di trovarsi a vivere un’esperienza alla Top Gun, ma scoprirà molto presto che la realtà è ben diversa.
Nonostante tutto, è determinata a fare di ogni giorno il migliore della sua vita, soprattutto dopo essere finalmente riuscita a sottrarsi al controllo della madre, un po’ troppo opprimente.
Vuole sperimentare tutto ciò che la nuova città ha da offrire, inclusa la squadra di baseball e il suo lanciatore di punta, Rafe Hembrey.
Rafe non è pronto per i sentimenti che Alice risveglia in lui. È ancora in attesa della convocazione nella Major League, e quella in corso dovrebbe essere la sua stagione decisiva. Eppure scopre che c’è qualcos’altro nella sua vita che può renderlo felice…



La mia opinione
Intenso, divertente, romantico e stuzzicante questo romanzo ha tutti gli ingredienti giusto per le amanti del romance e per chi ha voglia di sognare.
Stavo morendo in quel grigio inferno, consumata da sempre dal desiderio di avere un assaggio di qualunque cosa, e avrei preso a morsi un po’ di tutto.
Alice è una protagonista diretta, reale e un po’ pasticciona. Istruttrice di volo in realtà a poco più di vent’anni è totalmente inesperta della vita, “grazie” a una madre non solo ingombrante, ma soprattutto rigida e intollerante che non le ha mai permesso di integrarsi per i suoi giudizi morali. La sua sensazione di oppressione a un certo punto la spinge a fuggire lontano e a recarsi a Charleston dove ha ricevuto un’offerta di lavoro come istruttrice di volo. La sua voglia di libertà è contagiosa, ogni piccola cosa per lei è nuova ed entusiasmante. Una protagonista ironica, divertente, desiderosa di vivere appieno ogni esperienza che le si presenta e di vivere ogni giorno il “più bel giorno della sua vita”. Impossibile non amarla, anche per le sue insicurezze e le gaffe. Alice dice tutto ciò che le passa per la mente, è senza filtri e per questo estremamente genuina, una naturalezza che la mette in situazioni imbarazzanti, ma che la rende anche unica e affascinante.
Stavo guardando il vero e, in quel momento, niente nella mia vita, a parte una palla, era mai stato così seducente.
Rafe sembra (o meglio è) il classico playboy, giocatore di baseball prossimo ad essere ammesso nella Major League, le donne fanno a gara per passare del tempo con lui. In tutto questo Rafe ha sempre passato la vita a rincorrere l’obiettivo sportivo, la palla è la sua vita e nulla può distoglierlo dal risultato…almeno sino a quando non incrocia la strada di Alice. Dopo un primo incontro un po’ imbarazzante, grazie proprio alla spontaneità di Alice viene a galla un lato di Rafe che solitamente riserva solo a chi gli è davvero caro; Rafe ha un cuore buono, è determinato ma onesto, oltre all’aspetto notevole e alla sicurezza di sé è una persona generosa, divertente, accogliente, molto passionale e altrettanto romantica.

Il fatto è che ti amo, e col cavolo che lascio quest’occasione a qualcun altro.
Non è amore a prima vista, o meglio lo sarebbe se solo Alice si lasciasse andare all’attrazione che c’è fra loro, ma nonostante la sua inesperienza questa ragazza ha carattere e non ha nessuna intenzione di essere la nuova preda di Rafe, anche perché sa che il suo cuore rimarrebbe coinvolto. Tutto inizia quindi con un’amicizia, scambi di battute divertenti, complicità, messaggini; quello che l’autrice descrive è un amore che nasce e cresce spontaneo, basato su cose reali, tangibili, quotidiane.

I problemi da superare non sono insormontabili se i due protagonisti riusciranno ad affrontare la lontananza e la paura di lasciarsi coinvolgere. Cosa accadrà quando Rafe dovrà lasciare la città per il suo ingaggio nella Major League? Alice si accontenterà dei pochi momenti assieme?

La Stewart ha uno stile semplice e diretto, utilizza capitoli dal punto di vista alternato e in prima persona, dando ampio spazio ai dialoghi e alle interazioni tra i personaggi. Le emozioni sono tangibili, intense e non mancano momenti caldi ed eccitanti. Tutto ciò che avviene viene sviluppato in maniera molto spontanea, non costruita e questo rende tutto più realistico. Ho amato questo romanzo proprio per la capacità che ha avuto l’autrice di catturare la mia attenzione grazie a personaggi genuini, una storia romantica e situazioni che mi hanno fatto spesso sorridere e divertire.

Leggere questo romanzo dona una ventata di romantica leggerezza che rimane impressa nel cuore come i suoi protagonisti. Non vedo l’ora di poter leggere anche la prossima storia!

Deborah




Nessun commento:

Posta un commento