Recensione TIME DEAL di Leonardo Patrignani

martedì 12 settembre 2017

Time deal recensione
Questa sera finalmente riesco a recuperare la recensione di Time Deal, scritto da Leonardo Patrignani edito DeA Planeta Libri. Il romanzo l’ho letto a giugno, ma come spesso mi accade in questo periodo si sono accavallate mille cose e il tempo per buttare giù i pensieri non c’è stato. Non mi era ancora capitato di leggere nulla dell’autore, nonostante le ottime opinioni viste in giro, non tanto perché non mi attirassero le sue storie quanto per mancanza di tempo. Questa volta grazie al blogtour (Qui la mia tappa) ho finalmente scoperto un autore capace di creare un mondo attraente e per certi aspetti inquietante nonostante la patina di perfezione esterna che sembra circondarlo, un luogo in cui il desiderio più grande di noi tutti può essere realizzato, ma a quale prezzo?

Il Romanzo

Time DealTIME DEAL
Leonardo Patrignani

Editore: DeA | Genere: Distopico | Pagine: 480
Prezzo: € 12,67 cartaceo -  € 6,99 digitale | Link acquisto: DeA
Data pubblicazione: 13 giugno 2017

Trama
Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora. Una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall’inquinamento, in cui l’aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all’arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali. La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall’altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre.


La mia opinione
Avete mai pensato a come sarebbe la vostra vita se poteste non invecchiare mai? Fermare il tempo, vedersi allo specchio con lo stesso aspetto, senza rughe, in salute e per un tempo pressoché infinito è un’opportunità che in molti sfrutterebbero, almeno in un primo momento, perché i contro di questa scelta potrebbero vanificare ogni lato positivo.
Era questa la grande conquista? Il miracolo medico? Indossare una maschera per il resto della propria vita, mentendo prima di tutto a sé stessi? La buona salute giustificava una perenne distorsione della realtà?
In un futuro post-nucleare sembra che l’unico luogo riuscito a sfuggire alle radiazioni sia Aurora. È qui che vivono Aileen e Julian, ed è sempre qui che la tecnologia e la medicina hanno dato un frutto ambito: la possibilità di fermare il tempo e non invecchiare: Time Deal, il farmaco in grado regalare l’eterna giovinezza e, in qualche modo l’immortalità. Chi decide di prenderlo blocca il tempo in quel momento, non invecchierà mai più e sconfiggendo le malattie.
Ma un tempo io e Aileen ci promettevamo di invecchiare assieme, come i nostri nonni. Saremmo anche morti assieme, chissà, ma era giusto così ed era magnifico immaginarlo. Grazie a loro, questo non sarà mai più possibile.
Julian è un ragazzo che è dovuto crescere in fretta, i genitori sono morti e lui si è dovuto far carico della sorellina e della malattia genetica che rischia di portargliela via. Ama da sempre Aileen, ma odia il Time Deal. Il suo desiderio più grande è godere di ogni fase della vita e invecchiare assieme alla sua ragazza, anche se ormai non è più possibile visto che Aileen non invecchierà mai. È leale, onesto, fedele e ama in modo assoluto.
Qualcuno in casa si sarebbe accorto della maturità dei suoi pensieri? Del fatto che stava crescendo e prima o poi avrebbe avuto venti, venticinque anni, sebbene l’aspetto suggerisse un’immutevole adolescenza?
Aileen è stata costretta dai genitori a farsi somministrare il Time Deal a 15 anni e da allora il suo aspetto non è mutato, mentre la sua mente e i suoi desideri sono cresciuti come quelli di ogni adolescente. Aileen si sente prigioniera del volere dei genitori e di un corpo che non riesce a riconoscere come suo. Troppo influenzabile, non riesce a prendere delle decisioni da sola e l’unico suo appiglio è l’amore che prova e ha sempre provato per il suo ragazzo Julian.
“Non mi interessa avere diciassette anni per sempre, lo sai. Ma adesso li ho. Se domani i Werner detteranno legge sulle nostre vite, non sarò tra quelli che sono stati fermi a guardare mentre Aurora cadeva”
Il Time Deal sta cambiando tutti gli abitanti di Aurora, lentamente qualcuno trama nell’ombra e ha l’intenzione di somministrare il farmaco a tutti, anche a chi si è rifiutato di prenderlo. Chi è già all’interno del sistema sembra entrato a far parte di una setta, un Santuario di cui non si possono rivelare i segreti. Tutto cambia quando suicidi e scomparse inspiegabili diventano sempre più frequenti e quando si perdono le tracce di Aileen.

Julian è disposto a tutto per ritrovarla anche se questo significa mettere in pericolo la sua stessa vita. Cosa si cela dietro la casa farmaceutica che ha creato il Time Deal? Qual è il loro reale scopo? E se non ci fosse via di fuga da un mondo fatto di sola giovinezza?

L’ambientazione futuristica e post apocalittica è descritta in modo da affascinare e inquietare allo stesso tempo, a ricalcare l’atmosfera della storia. Le parti descrittive e discorsive sono forse un po’ troppo preponderanti rispetto ai dialoghi, almeno per un mio gusto personale, ma i personaggi sono ben delineati e soprattutto Julian è stato trattato in maniera approfondita, mi è piaciuto per le sue convinzioni e i suoi ideali e il coraggio di portarli avanti. C’è anche azione, anche se arriva soprattutto nella parte finale del romanzo
.
Il romanzo creato da Patrignani, oltre a essere una storia avvincente e mai scontata è riuscito anche a farmi riflettere sull’importanza del tempo e di ogni fase della vita. Ammetto che a volte mi è capitato di pensare alla possibilità di non invecchiare e di fermare il tempo, l’ho fatto probabilmente con superficialità e anche un pizzico di vanità non soffermandomi a pensare realmente alle sue implicazioni e conseguenze. Il progresso così come lo presenta l’autore affascina per le conquiste raggiunte, ma allo stesso tempo pone in luce la pericolosità che ne deriva, perché per quanto si possa progredire, per quante scoperte si possano fare alla fine è sempre e solo l’animo umano a decidere la direzione in cui andare.

Un bel romanzo, originale e appassionante che parla di amore e amicizia ed è pieno di spunti di riflessione.

Deborah




AutoreLeonardo Patrignani è nato a Moncalieri nel 1980. Ha esordito nella narrativa con Multiversum (Mondadori, 2012), primo titolo di una trilogia venduta in più di 20 Paesi e con oltre centomila copie vendute all‘attivo. Ha poi pubblicato il thriller There (Mondadori, 2015) i cui diritti per il cinema sono già stati opzionati. Time Deal è il suo ultimo, strepitoso romanzo.



3 commenti:

  1. Per ora non è nella mia lista, avevo letto pareri decisamente negativi, in futuro vedremo se lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero negativi? Io l'ho trovato particolare, forse per questo ad alcuni può non piacere. Nel caso lo leggessi verrò a vedere la tua recensione :)

      Elimina
  2. Ciao Deb, questo libro mi incuriosisce e dopo la tua recensione va di diritto in WL. 😘

    RispondiElimina