Recensione THE WINNER’S CURSE. LA MALEDIZIONE di Marie Rutkoski

lunedì 11 settembre 2017


The Winner's CurseQuesta sera voglio parlarvi finalmente di una bella lettura distopica, si tratta The Winner’s Curse. La maledizione, di Marie Rutkoski pubblicato a fine luglio da Leggereditore.

Sono certa che ne avete già sentito parlare, ho letto moltissimi pareri positivi su questo romanzo e non potevo lasciarmelo sfuggire. La storia di Kestrel e Arin è una continua altalena di emozioni: dolore, paura, tradimento, coraggio, adrenalina e amore.

Il Romanzo
The Winner's Curse
THE WINNER'S CURSE. LA MALEDIZIONE
Marie Rutkoski

Serie: The Winner's Trilogy | Editore: Leggereditore | Genere: Distopico YA | Pagine: 384 | Prezzo: € 12,67 cartaceo - € 4,99 digitale | Link acquisto: Amazon
Data pubblicazione: 27 luglio 2017

TramaIn quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce i schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell’esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni... Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all’asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l’hanno spinta a seguire il proprio istinto e comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l’amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l’uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare…



Serie The Winner's Trilogy
  1. The Winner's Curse - La maledizione
  2. The Winner's Crime
  3. The Winner's Kiss
La mia opinione

Così diversi eppure così affini. Può l’amore superare le barriere dell’odio e della vendetta, anche quando le azioni compiute in nome della libertà e del riscatto ci spezzano il cuore?
Ma lei era davvero forte. Orgogliosa. Scaltra. Chi credeva che fosse, se non la persona che lo batteva senza pietà ogni volta che giocavano a Mordi e Pungi, che gli aveva consegnato il contributo post mortem di Irex e che gli aveva detto esattamente cosa farne?
Kestrel è una privilegiata, figlia del generale dell’impero Valoriano e per questo rispettata ha sempre potuto permettersi ciò che ha voluto, vive nel lusso e nell’agio. Una condizione quasi perfetta, ma che presto si rivela per quella che è: una prigione dorata. Kestrel infatti non ha perso la madre da piccola e il padre, pur amandola non è certo quello che si può definire un genitore affettuoso. Inoltre le regole Valoriane le impongono solo due strade da percorrere: sposarsi o entrare a far parte dell’esercito. Kestrel è uno spirito libero, dotata di una grande intelligenza tattica e allo stesso tempo di un animo romantico, scandisce le sue giornate tra gli allenamenti con le armi e il suo pianoforte. È all’interno della sua musica che Kestrel si rifugia e diventa completamente sé stessa. Una protagonista forte, coraggiosa, intelligente, leale, capace di badare a sé stessa.

Arin è uno schiavo herrano, il popolo che i Valoriani hanno conquistato e sottomesso anni prima. Arin non ha proprio il carattere da schiavo: anche se il suo compito dovrebbe essere quello di ubbidire agli ordini di Kestrel, ben presto si intuisce in lui la fiamma della ribellione, la sua fierezza e il suo coraggio nell’esprimere ciò che pensa.
Tu puoi anche non considerarmi tua amica,» gli disse «ma tu lo sei per me.
Anche se i due ragazzi appartengono a mondi opposti, anche se Kestrel potrebbe fare di Arin ciò che vuole, anche se le regole imporrebbero ai due di mantenere una certa distanza, le affinità che li uniscono diventano ogni giorno sempre più evidenti e, attraverso la musica che entrambi amano e il tempo passato assieme ben presto scopriranno che l’amore non ha pregiudizi, non ha classe sociale ed è capace di sbocciare anche in condizioni avverse.

Arin però nasconde un segreto, qualcosa che potrebbe allontanare per sempre Kestrel dalla sua vita e che gli impone una scelta: combattere per il suo popolo o per l’amore.

La Rutkoski immerge il lettore in un mondo complesso, con terminologie particolari alle quali ci si deve abituare imparando a conoscerne il significato e questo avviene nei primissimi capitoli, forse quelli dal ritmo più lento, ma capaci di accompagnarci per mano tra i Valoriani e gli Herrani, facendoci entrare nella loro mentalità attraverso la storia che hanno vissuto e le interpretazioni che ne hanno dato. Poi ecco che entrano in gioco i sentimenti, contrastanti, che stravolgono ogni convinzione e tumultuosi come gli avvenimenti che prepotentemente fanno la loro comparsa, portando la narrazione a un ritmo più serrato, coinvolgendo il lettore e spiazzandolo con i comportamenti altalenanti dei protagonisti, tanto da renderlo incapace di lasciare il romanzo in sospeso perché è troppa l’emozione con cui si ritrova a seguire la nascita di un amore impossibile da vivere, ma allo stesso tempo così tangibile e grande.

Ci sono alcuni protagonisti secondari che hanno un ruolo rilevante nella storia, altri che sembrano più di contorno, ma tutti in un modo o nell’altro riescono a far risaltare i tratti caratteriali e la psicologia dei due protagonisti. La prosa è scorrevole ed emozionante, anche se personalmente credo che l’autrice sia riuscita a dare il meglio nelle parti in cui l’azione e i pericoli si fanno più presenti.

Il finale che ci ha regalato la Rutkoski è stato capace di farmi battere il cuore, in trepidante attesa per un colpo di scena, una svolta sperata che non arriva, una scelta che mi ha fatto rimanere senza fiato e spiazzata, ma soprattutto mi ha lasciato il desiderio impellente di poter leggere il seguito. The Winner’s Curse è una storia fatta di intrighi, segreti, battaglie, vittime e tradimenti, con due protagonisti temerari e pronti a battersi per ciò in cui credono e un amore epico che è solo all’inizio, ma è già capace di arrivare al cuore.
Deborah






Marie Rutkoski è cresciuta a Bolingbrook in Illinois. Si è laureata alla University of Iowa e specializzata presso la Harvard University. E' l'autrice del romanzo YA The Shadow Society e della serie per bambini The Kronos Chronicles. Attualmente insegna Drama Rinascimentale presso il Brooklyn College. Vive a New York con il marito e i figli.


2 commenti:

  1. Questo libro è riuscito ad emozionarmi ed a conquistarmi e non capitava da tanto, aspetto il secondo.. non vedo l'ora!! ❤️______❤️

    RispondiElimina