TUTTE LE STELLE DEL CIELO di Angela Contini | Recensione

giovedì 4 maggio 2017

Tutte le stelle del cielo recensione
Buongiorno lettori! È arrivato il momento di parlarvi di un romanzo che mi ha preso tremendamente, mi ha fatto commuovere, sperare e innamorare: si tratta di “Tutte le stelle del cielo” di Angela Contini. Letteralmente divorato in un pomeriggio, mi sono affezionata ai due protagonisti e ho sperato per loro sino alla fine.

L’autrice riesce a descrivere ogni sfumatura delle emozioni dei suoi personaggi, ci si ritrova partecipi senza rendersene conto e quando ho letto la parola fine mi sono ritrovata felice e allo stesso tempo un po’ triste di doverli lasciare.

Prima di parlarvi del romanzo vi ricordo che questa recensione fa parte del review tour per festeggiarne l’uscita, quindi non dimenticate di andare a sbirciare il parare delle blogger di Starlight Book’s | Il libro sulla finestra | Bookish Advisor | Voglio essere sommersa dai libri |Book’s Angels.

Tutte le stelle del cielo
IL ROMANZO
Tutte le stelle del cielo cover
Titolo: Tutte le stelle del cielo
Autore: Angela Contini
Editore: Newton Compton
Genere: Romance Contemporaneo
Pagine: 288
Sinossi2
La vita di Kyle Hawkins è alla deriva. Quando viene arrestato per guida in stato d’ebbrezza, possesso di stupefacenti e molestie, il padre lo spedisce a Pretty Creek, nel Vermont, ad aiutare il nonno che ha un negozio di fiori. La provincia è l’inferno per Kyle che, senza amici, va nell’unico pub della cittadina a ubriacarsi; proprio lì lavora Katherine Hutchinson, la vicina di casa del nonno con mille problemi, innamorata di Kyle da sempre. Sarebbe meglio per entrambi stare lontani, ma Kathy è ancora attratta dal ragazzino di quattordici anni a cui ha dato il 
primo bacio, mentre l’attaccamento di Kyle alla ragazza diventa un modo per scacciare i suoi demoni...




RECENSIONE
Se è vero che il primo amore non si scorda mai, è anche vero che crescere pone davanti a degli ostacoli e degli avvenimenti che provocano cambiamenti irrimediabili nella vita delle persone: il dolore e l’autodistruzione possono dividere due cuori uniti da un filo che nemmeno il tempo è riuscito a spezzare?
Di solito la gente giudica secondo quello che vede. Dipende tutto da cosa mostri di te. Se questo è quello che sei fuori, difficile che si accorgano di cosa sei dentro.
Kyle è alla deriva, ventotto anni vissuti come un adolescente ribelle incurante delle conseguenze che le sue azioni possono avere sugli altri e soprattutto su se stesso. Kyle ha rinunciato in qualche modo a vivere anni prima, non si sente degno di essere felice, ha un grandissimo senso di colpa che si porta nel cuore e gli fa scegliere la strada dell’autodistruzione. Il rapporto con il padre è teso, i due hanno caratteri per certi aspetti molto simili, intransigenti, che si scontrano in ogni istante senza realmente parlare. Portato all’esasperazione il padre di Kyle lo manda nel Vermont ad alloggiare con il nonno e aiutarlo nel suo negozio di fiori. La cittadina di Pretty Creek non offre certamente gli svaghi a cui Kyle era abituato, non ci sono locali notturni e feste a cui partecipare, c’è solo una vecchia conoscenza…Katherine.
Kyle era come un treno ad alta velocità e lei se ne stava lì, sul tetto, a prendersi le frustate del vento sul volto. Ma assaporava anche l’inebriante brivido che riusciva a darle il pericolo di cadere giù.
Katherine è cresciuta nella casa accanto a Kyle e lo ha visto ogni giorno sino ai quattordici anni, poi il dramma ha portato via la famiglia da Pretty Creek, cambiando per sempre quel ragazzino che è stato il suo primo grande amore, il suo primo bacio e lasciando lei a proseguire la sua vita. Kathy è altruista, buona, solare, stare accanto a lei rende felici; con lei il destino non è stato clemente, l’ha messa davanti a grosse difficoltà che però non l’hanno fatta cedere; una ragazza forte, sempre pronta a rialzarsi, capace di distinguere cosa è giusto e cosa non lo è e che non si fa condizionare da nessuno.
Kyle, vivi. Vivi senza porti troppe domande. Non chiederti più perché né come. Metti a tacere la tua anima. Le parole, a volte, servono a poco. Io sono solo morto, nessuno mi ha cancellato.
Il ritorno di Kyle rischia di destabilizzare il mondo di Katherine, quella fiammella di adolescenti ora sembra voler riemergere con l’irruenza di un fuoco, ma lei deve stare attenta a non bruciarsi perché ha delle responsabilità. Il rapporto che si instaura tra i due giovani scandito da momenti ironici e battute, per poi lasciare il posto alla profondità dei sentimenti  e alla comprensione e l’appoggio che Kathy regala a Kyle. Katherine sembra essere l’ancora di salvezza di Kyle, ma per lui che è fermamente convinto di meritare di non essere felice la pace e i sentimenti che prova quando sta con Katherine diventano l’apice di ciò che lui non può avere, la scusa per gettarsi ancora più nell’oblio.

Kyle deve toccare realmente il fondo rischiando di perdere tutto e anche se stesso per decidere se vale la pena vivere, ma quando l’avrà fatto Katherine sarà ancora disposto a dargli spazio nella sua vita?

L’autrice intesse una trama che regala emozioni forti, amore che può diventare salvezza, ma che spesso non basta se prima di tutto non si ama sé stessi. Si ride per la caparbietà e l’ironia della protagonista, ci si intenerisce nel vedere rinascere un sentimento adolescenziale mai sopito, ci si arrabbia con il protagonista per alcuni suoi comportamenti, ma non si può fare a meno di amarlo per ciò che mostra di sé quando è con Katherine, la sua tenerezza, le attenzioni e il desiderio di migliorarsi. La Contini approfondisce entrambi i personaggi in modo tale da trasmetterne al lettore ogni sfumatura, non tralasciando alcun particolare e, grazie alla narrazione a capitoli alternati il lettore riesce a conoscere pensieri e sensazioni di entrambi.Descrizioni, dialoghi e avvenimenti scorrono in modo fluido e lo stile coinvolgente dell'autrice catturano il lettore tra le pagine.

La storia è sotto molti aspetti commovente, tocca sentimenti come la perdita, il dolore e il senso di colpa che l’autrice gestisce in modo equilibrato e approfondito riuscendone a trasmettere tutta la realtà e portando il lettore ad accompagnare il protagonista attraverso il buio alla ricerca della luce.

Una storia d’amore, di vita, di speranza che la Contini narra con parole semplici e poetiche, raccontando l’anima dei suoi personaggi.

Alla prossima,Deborah4

2 commenti:

  1. Ti ringrazio dal profondo del cuore per la profondità della tua analisi. Grazie davvero per questa bellissima recensione

    RispondiElimina