LE STRANE LOGICHE DELL’AMORE di Tania Paxia | Recensione

venerdì 5 maggio 2017

Le strane logiche dell'amore_recensione
Bene lettori, oggi vi parlo di un romanzo che mi ha fatto sentire totalmente parte della storia. Perché? Semplice, mi sono sentita anch’io un po’ Cameo Pink, la protagonista: ha un blog, aspetta con trepidazione l’arrivo del corriere, ha la casa sommersa di libri, è un tantino sfortunata…diciamo che ci sono parecchie somiglianze.


Forse perché parla un po’ di noi blogger, forse perché il protagonista è parecchio affascinante, forse perché l’autrice è capace di trasmettere l’ironia ma anche la profondità dei sentimenti, “Le strane logiche dell’amore” mi è piaciuto tanto e ha soddisfatto la mia parte romantica e sognatrice.

Vi ricordo che questa non è l’unica recensione della giornata, partecipate al review tour per festeggiare l’uscita del romanzo visitando i blog Bookish Advisor | Il colore dei libri | Book’s Angels | Le Recensioni della Libraia

Le strane logiche dell'amore banner
IL ROMANZO
le strane logiche dell'amore_cover
Titolo: Le strane logiche dell’amore
Autore: Tania Paxia
Editore: Newton Compton
Genere: Romance Contemporaneo
Pagine: 320
Sinossi
«Non scapperai anche tu, vero?» ingoiò la saliva, facendo sussultare il pomo d’Adamo. «Se non scapperai prima tu, no».

Cameo ha ventisei anni e vive a Londra, insieme al suo fidato Flash, il Basset Hound di due anni con il quale condivide l’appartamento. Gestisce un blog letterario e per mantenersi lavora nella sala da tè di sua madre a Notting Hill. Ha una vita piuttosto monotona, fatta di passeggiate nel parco, di letture notturne, di pettegolezzi e di sabati di shopping insieme a sua cugina Nancy, prossima alle nozze. Tutto questo cambia, quando riceve un libro da recensire in anteprima esclusiva. Un libro che la porterà a oltrepassare ogni logica, pur di scoprire il mistero che si cela dietro al nome dell’autore... Tristan Moseley, Canterbury, Kent, 1986, prima di dedicarsi alla scrittura si laurea in letteratura inglese al King’s London College e compie dei viaggi intorno al mondo come inviato di alcune riviste scientifiche e d’informazione.

Ma chi è davvero Tristan Moseley? È davvero l'autore di Sweet Olivia, il libro che Cameo ha ricevuto in anteprima? Tra vari dubbi, inseguimenti, concerti e glow party, cercherà di trovare la soluzione, lasciandosi guidare dai propri sentimenti.




RECENSIONE
È bello avere una passione, potervisi dedicare completamente e sentirsi pervadere da quel senso di appagamento che solo fare ciò che si ama può provocare; a volte capita però che queste passioni diventino qualcosa a cui aggrapparsi quando la vita non è come vorremmo, quando manca qualcosa e allora il rischio è di lasciarsi sopraffare e chiudersi in un proprio mondo in cui nessuno riesce o vuole entrare. Arriva un momento in cui si deve fare un salto nel buio, lasciarsi travolgere dalla realtà, vivere e forse trovare ciò che abbiamo sempre cercato.
Una volta una persona mi ha detto che è colpa delle strane logiche dell’amore, perché è un sentimento che ti sorprende, anche nel momento meno opportuno o quando ormai pensi di non avere più possibilità di incontrare la persona giusta.
Cameo Pink è una blogger con un grande seguito, una casa minuscola piena di libri, case editrici che fanno a gara per mandarle nuovi romanzi da recensire e corrieri che bussano alla sua porta ogni giorno. Cosa può esserci di più bello per un’appassionata di lettura? Il problema di Cameo è che ha…un sacco di problemi. Un fidanzato di cui era innamoratissima che l’ha lasciata nel peggiore dei modi, due genitori separati da un oceano dai caratteri particolari, la mancanza di un lavoro e una forte propensione ad attirare guai. A riempirle la vita sono solo i libri e il suo amico a quattro zampe.
Forse era come diceva mia madre: «Leggi perché la tua vita non è come la vorresti». E in parte aveva ragione, anche quando diceva che stavo diventando un’asociale chiusa in me stessa […]
Le giornate di Cameo sembrano scorrere sempre uguali, fino a quando una delle case editrici le fa avere un romanzo in anteprima di un autore sconosciuto, Tristan Moseley e qualcosa scatta in lei. Se dapprima è solo curiosità verso quell’uomo attraente che ha visto solo attraverso la foto della biografia sul romanzo, la strana situazione che si crea riguardo quella storia che la coinvolge come non avrebbe mai pensato e la sua curiosità la portano a voler scoprire la verità che si cela dietro il mistero dell’autore, innescando una serie di eventi che la costringono a gettarsi nella mischia come non aveva più fatto da tempo, rimettendo in gioco il suo cuore.
Lo avevo incontrato solo poche volte, e mi era già entrato nel cuore con un’irruenza pari a quella di un uragano, ma con una dolcezza che solo una carezza poteva trasmettere.
Tristan è…l’uomo dei sogni! Preparatevi alla cotta letteraria in piena regola, perché di così meravigliosamente perfetti se ne incontrano pochi. Sarà perché essendo blogger ci si sente particolarmente in sintonia con la protagonista riconoscendoli in lei, o forse perché ammettiamolo, un pochino sogniamo tutte di incontrare qualcuno che ci faccia battere il cuore e ci travolga di passione e dolcezza come questo protagonista, ma Tristan è l’uomo ideale per vivere una storia da romanzo nella realtà. Responsabile e maturo, divertente e passionale, quest’uomo ha il coraggio di mettersi in gioco e lasciarsi andare, senza paura di esprimere ciò che sente. Ha un passato, ma è riuscito a lasciarselo alle spalle tenendo per sé la cosa più bella, anche se è forse un po’ insicuro del suo essere scrittore, ama creare storie, l’ha sempre fatto, ma il successo e tutto ciò che ne consegue lo agitano a tal punto da volervi rinunciare.

Cameo l'attira guai è simpatica e ironica e il suo avvicinamento a Tristan scandito da una serie di “coincidenze non troppo fortuite” divertenti e coinvolgenti. Quello che si crea è un rapporto profondo, entrambi riescono a far uscire le parti migliori dell’altro, si completano. I segreti, o meglio “il segreto” nascosto da Cameo rischia però di minare irrimediabilmente quella totale fiducia che Tristan ha riposto in lei, che si vedrà costretta sua malgrado a prendere decisioni difficili che cambieranno la sua vita. Cameo riuscirà a farsi perdonare da Tristan e vivere la vita che ha sempre sognato? Tristan sarà in grado di perdonare Cameo e avere il coraggio di esporsi in prima persona?

L’autrice ha creato una storia che mi ha fatta divertire e sognare, con due protagonisti che ho sentito vicinissimi, reali, persone che si possono incontrare ogni giorno. La trama, anche se condita da quel pizzico di fantasia necessaria a rendere tutto più rosa è molto radicata nella vita reale, è una storia che può benissimo capitare.

Una narrazione fluida, in prima persona che permette al lettore di immedesimarsi nella protagonista e calarsi completamente nella storia, tanto da non rendersi conto di essere arrivati all’ultima pagina e, quando accade la sensazione che rimane è quella di avere il cuore pieno di tenerezza, di positività e un pensiero in testa…«fateci incontrare il nostro Tristan!» #unTristanpertutte


Alla prossima,

Deborah





2 commenti: