4^ Tappa Blogtour INSEGNAMI A VEDERE L’ALBA di Josh Sundquist | Focus on: Will

giovedì 20 aprile 2017

Insegnami a vedere l'alba banner
Sono felicissima di poter ospitare una nuova tappa per questo delizioso e commovente romanzo edito Giunti. "Insegnami a vedere l'alba" insegna la voglia di vivere, parla di diversità, di accettazione e amore, e lo fa attraverso un protagonista che ho amato sin dalla prima battuta e che oggi approfondiamo.

A fine post trovate il calendario delle tappe, mi raccomando seguiteci!

FOCUS ON: WILL

Odio le frasi che iniziano con «Non posso».
Will è un sedicenne cieco sin dalla nascita con una madre iperprotettiva e un fortissimo desiderio di indipendenza, di dimostrare agli altri e a se stesso che può cavarsela e vivere tra persone vedenti nonostante la sua condizione. La disabilità per lui è sempre stata una condizione quasi normale, frequentando le scuole per ciechi non si è mai dovuto confrontare realmente con i vedenti e con le difficoltà e le differenze, quello era un mondo protetto e in qualche modo rassicurante. Will però desidera affrontare il mondo reale, è determinato, per lui non esiste la possibilità di non poter fare alcune cose, magari diversamente, ma tutto è possibile se lo si desidera realmente.

Appoggiati troppo agli altri e finirai col cadere.
Una brutta esperienza da piccolo gli ha fatto perdere un po’ di fiducia negli altri, ma questo non lo ha reso certamente scostante o chiuso. Will è simpatico, autoironico, dolce, persuasivo e determinato. Il suo sogno è di diventare giornalista e per questo convince i suoi genitori a iscriverlo a una scuola pubblica, perché avrà più possibilità se sarà in grado di cavarsela nel mondo reale.
Ho cambiato scuola perché voglio dimostrare che sono in grado di vivere in maniera autonoma nel mondo dei vedenti. Bando agli atteggiamenti pietistici. No al dover dipendere da qualcun altro.
Will non si piange mai addosso, anzi è spesso il primo a spezzare situazioni imbarazzanti attraverso la sua capacità di ironizzare, non desidera essere un peso ma integrarsi. Ovviamente incontra  alcune difficoltà e questo gli fa capire che è impossibile passare totalmente inosservato o evitare che gli altri lo trattino esattamente come tutti, anche se è esattamente ciò che vorrebbe, ma a parte qualche piccolo episodio tragicomico Will se la cava alla grande.  È un ragazzo socievole, con le insicurezze di tutti gli adolescenti, ma ha molto coraggio e riesce a integrarsi al meglio trovando il suo posto e degli amici importanti.

Will convive bene con la sua condizione di non vedente, soprattutto perché lui ci è nato, non ha mai visto nulla, non conosce i colori, come sono fatti gli oggetti e le persone se non attraverso il tatto e questo non gli fa consapevolmente sentire la mancanza della vista, perché non l’ha mai avuto: sa come orientarsi contando i passi, usa le applicazioni del cellulare per aiutarsi nelle lezioni, mostra i suoi occhi perché non vuole farsi notare.

La possibilità di vederci per la prima volta però è qualcosa che gli fa scattare qualcosa dentro, Will è fermamente convinto di vivere bene e in modo autonomo, ma vederci sarebbe un miglioramento della vita che potrebbe portarlo a realizzarsi e il suo rischiare mostra quanto sia coraggioso, forte e in grado di superare le difficoltà con una tenacia che non molti possiedono.

La sua innata sensibilità lo rendono capace di andare oltre qualsiasi apparenza, di tirare fuori il suo lato romantico, di capire realmente le persone per ciò che sono e non per come appaiono, e questo gli permette di instaurare dei rapporti veri e profondi.

Will vi conquisterà per le sfumature della sua anima, per la normalità del suo essere adolescente, ma soprattutto per la sua profonda umanità e la sua forza; vi insegnerà a vedere la vita in una diversa prospettiva, vi mostrerà come si lotta realmente per ciò che si desidera, affrontando dubbi e conseguenze, trovando la capacità di riconoscere le cose realmente importanti e aprendo il proprio cuore senza paura, rischiando.

IL ROMANZO
Insegnami a vedere l'alba

Titolo: Insegnami a vedere l’alba
Autore: Josh Sundquist
Genere: Young Adult
Editore: Giunti
Sinossi
Will, pur essendo cieco dalla nascita, decide di frequentare un liceo pubblico, vincendo i timori della madre iperprotettiva. Inizia così un’esilarante tragicommedia: in mensa si siede sulle gambe di un compagno, una ragazza ha una crisi di nervi convinta che lui la stia fissando…

Per riparare, Will si offrirà di aiutarla a scrivere un articolo su una mostra di Van Gogh: impresa difficilissima, perché a Will mancano totalmente il concetto di prospettiva, di colore, e Cecil deve spiegargli ciò che vede evitando qualsiasi metafora visiva. Quando a Will viene offerta la possibilità di affrontare un’operazione sperimentale che potrebbe ridargli la vista il padre, medico, cerca di dissuaderlo perché i casi di successo sono rarissimi e le ricadute psicologiche spesso pesantissime. Ma Will decide di rischiare e le conseguenze, seppur inaspettate e difficili da superare, gli rivoluzioneranno meravigliosamente la vita.





TAPPE BLOGTOUR

Insegnami a vedere l'alba calendario

Alla prossima,
Deborah

3 commenti:

  1. Che bellissima recensione hai scrittO Deborah!! Non conoscevo questo libro, ma sei riuscita ad incuriosirmi così tanto che me lo andrò sicuramente a cercare!! ;-) Grazie!! ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 😍 Poi fammi sapere quando lo hai letto

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina